Assicurazioni camper

La Polizza di Assicurazione Responsabilità Civile (RC) Camper è un contratto assicurativo per i veicoli a motore che circolano all’interno del territorio italiano, reso obbligatorio dalla Legge n. 990 del 1969, che venne poi inclusa nel “Codice delle Assicurazioni” nel rispetto del Decreto legislativo n. 209 del 2005.

In particolare l’Rc Camper garantisce il risarcimento dei danni causati involontariamente a terzi da parte del mezzo assicurato quando si verifica un sinistro stradale.

Come funziona l’RC Camper e in che modalità la compagnia assicurativa risarcisce?

Le compagnie assicurative, come detto, prevedono un risarcimento per i veicoli che presentino una regolare copertura assicurativa. Questo risarcimento però avviene tenendo conto di alcuni massimali ben definiti.

I massimali non sono altro che la cifra massima che la compagnia è tenuta a pagare in caso di sinistro. Nel caso in cui l’entità del danno superi questi massimali, la differenza dovrà essere pagata dall’assicurato.

Nello specifico la Legge ha stabilito che per quanto riguarda i danni alle persone il massimale garantito è pari a €6.070.000 mentre per danni alle cose pari a €1.220.000 per singolo sinistro.

C’è da dire però che le compagnie spesso offrono all’assicurato la possibilità di avere massimali maggiori in cambio di un premio naturalmente più alto.

Costi e fattori di influenza

La RC Camper può avere, come abbiamo potuto comprendere, costi completamente differenti tra un assicurato ed un altro.

Questo perché esistono alcuni fattori che possono influire non poco sul prezzo.

L’aspetto principale è il profilo di rischio che presenta il veicolo da assicurare. Ogni compagnia assicurativa definisce il proprio profilo di rischio e calcola il premio di conseguenza. Naturalmente ad un rischio maggiore per la compagnia corrisponderà un premio più caro per l’assicurato e viceversa.

A questo si aggiungono però anche altri fattori quali ad esempio l’età del contraente, l’ubicazione geografica e soprattutto la storia assicurativa del contraente.

In particolare ad ogni contraente viene assegnata una classe di merito la quale con gli anni può variare. Il meccanismo sul quale si basa è quello legato ai bonus e ai malus determinati dalla quantità di sinistri causati dall’assicurato nel corso degli anni.

Inoltre il premio potrebbe subire gli effetti di offerte specifiche, un caso è quello che ci consente di sospendere la polizza nel corso dell’anno tutte le volte che vogliamo.

Questa tipologia di soluzione è indicata per chi utilizza il Camper solo in determinati periodi dell’anno, ad esempio durante l’estate e volesse così sfruttare la copertura per i periodi di effettivo utilizzo.

Come funziona il meccanismo Bonus Malus?

Il meccanismo in questione fa riferimento alle CU (Classi di Merito Universali) in scala da 1 a 18, dove la prima classe, la più economica, viene attribuita all'autista con meno sinistri alle spalle e la 18° invece, la più costosa, è attribuita all'autista con più sinistri.

I neopatentati (se non usufruiscono della legge Bersani) partono dalla quattordicesima classe, mediana ma comunque molto costosa.

Il meccanismo Bonus Malus vuole che, al verificarsi di un sinistro, l’assicurato venga declassato di due posizioni (es. si può passare dalla 7° classe alla 9°) pagando di più per la polizza successiva, oppure che trascorso 1 anno senza sinistri con colpa, la classe di merito salga di una posizione (es. dalla 7° classe alla 6°) il che permette di risparmiare.

Garanzie accessorie

Nel momento in cui si sottoscrive una copertura RC Camper possono essere previste delle garanzie accessorie, non obbligatorie, che tutelano l’assicurato in determinate circostanze.

La garanzia infortuni del conducente è una particolare garanzia che prevede il risarcimento del conducente indipendentemente dalla sua responsabilità nel sinistro. A questa si può aggiungere anche la polizza furto e incendio la quale, come il termine stesso suggerisce, garantisce al contraente un risarcimento in caso di furto della camper o in caso di incendio anche se causato da scoppio dell’impianto di alimentazione.

L’assistenza stradale è un’altra garanzia molto comune. Nello specifico parliamo di una copertura che prevede l’intervento di un carro attrezzi nel caso in cui la camper presenti un guasto e sia impossibilitata a proseguire.

Consigliamo di verificare all’interno della garanzia se ci siano limitazioni relativamente alla distanza in cui avviene il sinistro rispetto alla propria abitazione.

Spesso le compagnie non intervengono qualora la distanza tra il luogo del guasto e la propria dimora sia inferiore ai 50 km.

La tutela legale è invece una sorta di assistenza legale garantita. Questo perché in caso di sinistro si potrebbe aver bisogno di un legale per far valere le proprie ragioni sia in sede stragiudiziale che giudiziale.

Altre garanzie molto interessanti sono la Bonus Protetto tramite la quale ci si assicura di mantenere la propria classe di merito anche in caso di sinistri con colpa e la Rinuncia alla Rivalsa tramite la quale la compagnia assicurativa limiterà o rinuncerà completamente all’azione di rivalsa nei nostri confronti.

E’ consigliabile sempre sottoscrivere la clausola di Rinuncia alla Rivalsa perché in questo modo evitiamo che la nostra compagnia una volta indennizzato il terzo danneggiato possa chiederci il rimborso delle somme anticipate alla controparte qualora sussistano gravi violazioni del Codice della strada (guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di droghe), oppure il mezzo non sia in regola con la revisione o anche si fosse alla guida con la patente scaduta.

In caso di incidenti gravi, con feriti o morti, è evidente che il rimborso alla propria compagnia delle somme indennizzate potrebbe determinare un vero dissesto finanziario per il bilancio famigliare.

Consigliamo quindi di sottoscrivere sempre questo tipo di garanzia.

3 Consigli sull’assicurazione RC Camper

  1. Verifica di poter usufruire del Decreto Bersani perché questo ti consente di accedere ad una classe di merito inferiore rispetto a quella di assegnazione.

Potrai infatti acquisire la classe di merito di un mezzo circolante e assicurato già in tuo possesso o in possesso di un componente del tuo nucleo familiare convivente.

  1. Non indicare la “guida esclusiva” (unico conducente del camper) perché qualora il camper fosse guidato da un altro soggetto e dovesse accadere un sinistro la compagnia potrebbe rivalersi su di te.

Seppure questa clausola ti garantisce un risparmio iniziale sul premio di polizza sei sicuro che sia la scelta migliore?

In caso di sinistro potresti dover far fronte ad un esborso economico che probabilmente non sarai in grado di sostenere.

  1. Accetta la clausola di Rinuncia alla Rivalsa per evitare che la Compagnia una volta indennizzato il terzo danneggiato possa chiederti il rimborso del risarcimento pagato in caso di una tua cattiva condotta.

Molto comunemente, quando si fa riferimento alla cattiva condotta dell’assicurato, si vanno ad intendere casi particolari come la guida in stato di ebbrezza, la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o l’infrazione di guida esclusiva.